Marketing

Perché un Marketing Manager dovrebbe investire nella creatività?

Tempo fa abbiamo avuto la possibilità di partecipare al Search Connect l’evento per i professionisti dei motori di ricerca.

Un’occasione davvero interessante che ci ha lasciato con la testa fumante e ricolma di nuovi spunti ed idee, un evento di formazione quella vera, con la F maiuscola insomma.

Detto questo, è arrivato il momento di darti dei motivi per continuare a leggere questo post e impedirti di pensare “embè che me ne faccio io? come mi riguarda?”

Parliamo di un evento pensato per chi lavora dietro le quinte fra SEO, PPC e sigle tre lettere, eppure qualcosa che ti può interessare c’è.. 

Davvero, dammi ancora qualche secondo di fiducia e te lo posso dimostrare: 

partiamo da una premessa fondamentale, si è parlato principalmente di automazioni, tracciamenti, machine learning e strumenti di analisi non lo possiamo negare ma.. 

durante i moltissimi speech che si sono susseguiti, come un orologio arrivava dal pubblico la domanda: “perche le prestazioni delle mie campagne stanno scendendo dopo i nuovi aggiornamenti di google? cosa sta cambiando?”

Bella domanda vero? E altrettanto bello sarebbe trovare una risposta magica a univoca che ci risolva tutti i problemi; la verità è che le risposte sono molte e quasi tutte iniziano con “dipende”, ma un fatto resta vero a prescindere: Google sta diventando sempre più bravo a predire quello che l’utente vuole o sta cercando, tutto il resto è una mera conseguenza.

E come ti può aiutare questa considerazione?

Beh semplicemente significa che persino il lavoro di chi sta scrivendo questo articolo sta cambiando, si sta infatti spostando da un focus sull’intercettare le richieste dell’utente alla capacità di offrirgli la migliore soluzione possibile, sia essa di natura commerciale o informativa.

È un cambiamento necessario dovuto al fatto che l’utente sta diventando più consapevole e google sta diventando più bravo a soddisfare le sue richieste, o meglio, a individuare i contenuti che meglio soddisfano le sue richieste.

Se fai marketing quindi devi tenere presente che la necessità di saper mostrare il contenuto giusto, nel momento giusto e agli occhi giusti rimane fondamentale ma, prova pensare.. 

a parità di visibilità, quale sarà la metrica ultima che farà pendere l’ago della bilancia di google per premiare un contenuto rispetto ad un altro?

Esattamente.. la creatività, la bellezza del contenuto, il visual più accattivante, il video che secondo i robottini di google ha più possibilità di risultare soddisfacente da vedere per l’utente. 

Quindi come vedi si ritorna sempre nelle mani dei creativi, in fin dei conti sono e saranno sempre il motore e l’ago delle bilancia di una buona strategia di comunicazione per qualsiasi brand.

Cosa abbiamo imparato dunque da questa esperienza?

Che tu sia un tecnico SEO o un marketing manager “non è sempre colpa della campagna” e soprattuto, è spesso merito della creatività. Il contenuto, fresco, originale, di qualità, è e sarà sempre di più l’ago della bilancia.

Proprio per questo Zooppa si impegna a sostenere la creatività in tutte le sue forme e crede fermamente nel suo valore

Il nostro compito è proprio questo, individuare la migliore strategia per coniugare la creatività di qualità con le esigenze dei clienti, trovando soluzioni originali e fornendo non soltanto la mera produzione di contenuti, ma una consulenza che parte da un’analisi del contesto, fino ad arrivare al contenuto o alla strategia finiti.

Detto ciò non ci resta che un ultimo consiglio: Marketing manager, investi nella creatività!

Se ancora non ci credi, dai un’occhiata ai nostri case studies per scoprire il potere di un buon contenuto creativo.

Tags
Show More

Related Articles

Close