GraficaIspirazioniPeggyVarie

Push for Change: parliamo di creatività, femminismo e uguaglianza di genere con l’illustratrice Michela Negri

Celebriamo insieme il Mese della Storia delle Donne!

This post is also available in: English

Siamo felici di supportare i nostri partner di Ello nella loro campagna annuale “Push for Change” realizzata in occasione del mese della storia delle donne, per parlare di creatività, femminismo e uguaglianza di genere.

Quest’anno abbiamo deciso di intervistare alcune creative e artiste straordinarie che si occupano di temi legati all’uguaglianza di genere e al femminismo. 

Senza ulteriori indugi, vorremmo presentare la prima curatrice/artista in primo piano per “Push for Change 2021”, l’illustratrice italiana Michela Negri!

Se ci segui su Instagram avrai già visto alcuni dei suoi lavori nella rubrica “Zooppa features”.

Abbiamo poi approfondito la conoscenza con Michela e abbiamo quindi voluto coinvolgerla in un’intervista più dettagliata che crediamo possa essere davvero interessante per tutti coloro che sono interessati ai temi da lei trattati, come femminismo e uguaglianza.


Raccontaci un po’ di te!

Ciao a tutti! Mi chiamo Michela, alias @meriodoc, e sono un’illustratrice freelance. Vivo in Italia e mi piace parlare di sessualità e femminismo attraverso il mio lavoro, amo anche il vintage e mi piace collezionare pipe.

Come hai iniziato ad approcciarti al mondo creativo?

Ho studiato all’Università IED di Milano dove mi sono laureata con lode in Illustrazione. Grazie alla mia scuola, io e altri studenti abbiamo [potuto] collaborare insieme a un libro illustrato, “Racconti di Amicizia” dell’autrice italiana Elena Sforza (edito da Mondadori). 

Ho anche iniziato a partecipare a concorsi e workshop e questo mi ha aiutato sia nella mia carriera che nel mio processo creativo; sono una specie di palestra per te, per crescere e farti conoscere.

Michela Negri - Illustratrice
Parlaci un po’ del tuo processo creativo. 

l mio processo creativo è una specie di “Shining”. 

Leggo qualcosa che mi incuriosisce o che mi fa arrabbiare, prendo il mio iPad e comincio a disegnare. 

A volte prendo un pezzo di carta e annoto le idee, così non le dimentico. 

Se devo creare un’illustrazione complessa (di solito quelle per bambini, o qualcosa con un angolo molto più scientifico, come la salute sessuale), faccio la mia ricerca leggendo articoli e libri. 

Sono sempre ispirata da qualcosa che ho letto, che sia su IG, Internet o dai libri che ho acquistato; ma a volte lascio che le mie emozioni influenzino il mio processo.

Femminismo - Michela Negri
Cosa ispira i tuoi contenuti sulla sessualità, il femminismo e l’uguaglianza di genere?

L’ingiustizia e la discriminazione che vedo ogni giorno: sui social, in TV, nella vita reale e nelle mie esperienze personali. 

Sento spesso persone della mia età che hanno una visione distorta della vita – credono ancora nei tabù ad esempio sul al ciclo e sul sesso.

Femminismo - Michela Negri
Cosa significa uguaglianza per te? 

L’uguaglianza è un grande potere; è qualcosa che unisce tutti gli esseri umani e ci pone tutti sullo stesso piano – nonostante la nostra identità di genere, orientamento sessuale o il colore della nostra pelle, ecc. Prima di tutto, siamo persone. E questo è abbastanza.

Quali sono gli ostacoli che hai dovuto superare nel corso della tua carriera creativa?

Ci sono molti ostacoli se vuoi iniziare una carriera creativa, soprattutto in Italia. 

Se vuoi diventare un’illustratrice/illustratore, devi lavorare sodo e inviare molti CV; verrai ignorato e dovrai affrontare molti rifiuti, ma non mollare mai! 

Essere un illustratrice/illustratore è anche molto complicato devi “contrattare” con i clienti; molte persone cercano di ottenere sconti, non ti pagano dopo che hai lavorato per loro o non accreditano il tuo lavoro: ho avuto delle brutte esperienze! 

E se vuoi creare un tuo progetto, come una rivista sulle illustrazioni, incontrerai molti problemi burocratici e muri di vario genere. 

Consigli che daresti ai creativi emergenti che ti stanno leggendo.

Continua ad essere creativ* e positiv*; potresti avere delle battute d’arresto, ma fa tutto parte del processo. Ricorda sempre di far firmare a chiunque collabori un piccolo documento/contratto di accordo sull’uso delle tue illustrazioni; stanno acquistando l’uso della tua immagine, non dell’immagine stessa. Cerca di proteggere il tuo lavoro, ma soprattutto, continua a credere in te stess*! Fai un elenco di tutti i clienti dei tuoi sogni con cui lavorare e invia il tuo Portfolio a tutti loro!

Femminismo - Michela Negri
Come stai affinando le tue abilità in questo periodo di lockdown?

Nel primo lockdown ho ricominciato a disegnare con tecniche e strumenti tradizionali, come inchiostro, matite colorate, acquerelli e tempera; mi aiuta a trarre ispirazione e a sperimentare da nuovi punti di vista poiché sono più a contatto con i materiali. Ho anche iniziato a ricamare: è così rilassante e mi mantiene concentrata e produttiva

Che impatto ha avuto su di te l’anno appena trascorso? 

Personalmente, è stato un po difficile. Mi sono sentita in difficoltà e piuttosto depressa; ma grazie alla mia famiglia, al lavoro e ad alcune piccole collaborazioni che ho fatto, sono riuscita a superare questi momenti un po’ negativi. 

Femminismo - Michela Negri
Parlaci del progetto su cui ti è piaciuto di più lavorare

Mi è piaciuto molto lavorare a “L’avventura di Zu”, un libro illustrato che ho realizzato per un’ostetrica. Zu, il personaggio principale, è uno “spermatozoo” che inizia il suo viaggio per trovare la principessa Ovina sulla terra dei genitali femminili, in modo che possano generare la vita. È una specie di favola scientifica per bambini, per spiegare loro come sono nati.

Chi / cosa ti ispira in questo momento / ti ha ispirato in passato? *

Al momento mi sento davvero ispirata da Marloes De Vries, sia nel suo stile che nel suo atteggiamento nei confronti della vita. Amo anche l’umorismo di Gemma Correll; sa davvero come catturare soggetti così delicati, come l’ansia e la salute mentale.

Dove ti vedi fra 5/10/15/20 anni?

Mi vedo allo stesso modo, seduta davanti alla mia scrivania, con il mio iPad, computer o album da disegno, ma forse a casa mia, con un cane e con molto lavoro da fare!


Connect with Michela:
Instagram | Behance

Vuoi conoscere ancora meglio Michela? Bene, abbiamo una buona notizia per te! Faremo un’intervista in live streaming con lei la prossima settimana per parlare ancora di femminismo e uguaglianza!

Registrati per il live streaming oggi: si svolgerà martedì 16 marzo alle 14:30 ora italiana! Festeggeremo tutto il mese e non vediamo l’ora di vederti lì.

Show More

Related Articles

Check Also
Close